GPP - ACQUISTI VERDI

Acquisti Verdi o GPP (Green Public Procurement) è definito dalla Commissione europea come “[...] l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita”. Con il nuovo Codice appalti (D.lgs 50/2016), che conferma quanto previsto dalla L.221/2015, il GPP è diventato obbligatorio.

CAM

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) sono i requisiti ambientali definiti per le varie fasi del processo di acquisto, volti a individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita, tenuto conto della disponibilità di mercato.
I CAM sono definiti nell’ambito di quanto stabilito dal Piano per la sostenibilità ambientale dei consumi del settore della pubblica amministrazione e sono adottati con Decreto del Ministero della Transizione Ecologica.
(Continua a leggere)

Novità

Ultimo appuntamento del ciclo di incontri dedicati alla valutazione dell’impatto degli acquisti pubblici sulle tre dimensioni della sostenibilità.

Ultimo appuntamento del ciclo di incontri dedicati alla valutazione dell’impatto degli acquisti pubblici sulle tre dimensioni della sostenibilità. La linea di intervento L4 del progetto Mettiamoci in RIGA, con il contributo della linea L1WP1 del progetto CReIAMO PA, propone il prossimo 21 settembre un nuovo incontro per favorire l’applicazione del Life Cycle Costing (LCC) da parte delle stazioni appaltanti attraverso la presentazione di un nuovo tool informatico.

L’incontro ha l’obiettivo di presentare in modo pratico ed applicativo gli strumenti che introducono la valutazione dei costi e degli impatti sull’intero ciclo di vita nelle procedure di acquisto delle Pubbliche Amministrazioni, mostrandone le potenzialità di utilizzo come previsto dal Codice Appalti.

Grazie alla sinergia tra i due progetti, durante l’incontro sarà presentata l’esperienza sviluppata dalla Linea di Intervento L4 del progetto Mettiamoci in RIGA nella definizione di strumenti semplificati per la valutazione degli impatti ambientali lungo l’intero ciclo di vita e dei costi collegati, utili alla comparazione delle offerte in bandi e appalti secondo il criterio dell’offerta economicamente ed ambientalmente più vantaggiosa, e i fogli di calcolo relativi all’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli appalti utilizzati nell’ambito della formazione della Linea L1 WP1 del Progetto CReIAMO PA

L'iniziativa è rivolta ad amministrazioni regionali, locali e centrali d’acquisto ed è a numero chiuso.
È possibile iscriversi fino al prossimo 20 settembre.

Programma workshop

Archivio News